Se bella vuoi apparire, di Silvia Menini

Se bella vuoi apparire

Se bella vuoi apparire

di Silvia Menini

ed. Rizzoli

collana Youfeel

Dal sito dell’editore

Serena Mondelli, trentaquattro anni, single, non è una di quelle donne indipendenti che passano ore tra l’ufficio e la palestra e si comportano come uomini sul lavoro e nella vita. Serena inizia ad aver paura di morire zitella e circondata da gatti: è stanca di stare da sola, ma a quanto pare riesce a sedurre solo uomini che sembrano seriamente interessati a lei ma che poi si rivelano… sposati! Secondo Sebastian, il suo fidato amico dongiovanni e palestrato, sono i chili di troppo di Serena, l’abbigliamento eccentrico e il suo atteggiamento spontaneo, ingenuo e stravagante a spingere gli uomini sbagliati ad approfittarsi di lei. Una sera al bar Serena decide, una volta per tutte, di seguire i consigli di Sebastian, e con un sostanzioso supporto alcolico redige una lista di dieci punti che seguirà diligentemente. Dieci mosse per passare da zitella a femme fatale, dieci segreti per far cadere chiunque ai suoi piedi. Funzionerà? Un romanzo irriverente e divertente. Una storia per ridere, tra una disavventura sentimentale e un disastro sul lavoro, e per capire che alla fine in amore c’è un solo segreto: amare. Mood: Ironico – YouFeel è un universo di romanzi digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d’animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.

Recensione

Serena ha una vita abbastanza movimentata. Cerca l’uomo ideale, ma si ritrova a uscire solo con uomini sposati o fidanzati, e ogni volta chiama il suo amico Sebastian che corre per toglierla dai guai. Ha un lavoro che non le piace, un capo che la tiranneggia, una madre ossessionata dalla paura che la figlia non si sposi  e non la renda nonna, qualche chilo di troppo e un conto in banca al collasso. Eppure non demorde, non si abbatte. Si lancia nello shopping, su cibo e alcol per tirarsi su il morale, e stila liste su liste, che poi mette nel reggiseno per averle a portata di mano, in un inutile tentativo di tenere la propria vita sotto controllo.

«Io non affogo i dispiaceri nell’alcol. Io… ehm… li annaffio solamente.»

Tra una gaffe, un equivoco e un’incomprensione, in mezzo a triangoli amorosi e bei ragazzi che spariscono all’improvviso, Silvia Menini ci fa passare un paio d’ore piacevoli, in compagnia di una ragazza pasticciona e simpatica, che morde la vita e regala buonumore.

Il romanzo potrebbe anche essere una guida su tutto ciò che non bisogna fare per trovare l’uomo ideale, e in fondo, a ben vedere, una morale c’è: non importa quello che fai o quanto ci provi, l’amore arriva all’improvviso e non puoi farci niente.

«Il Trading up è una strategia attraverso la quale le aziende cercano di aumentare il

prestigio e le vendite di un prodotto già sul mercato a basso prezzo e basso contenuto qualitativo.»

«Okay, e questo cosa ha a che fare con me?»

«Tu sei il prodotto in questione. Devi aumentare la qualità e il prezzo con cui ti proponi agli uomini.»

È un libro ben scritto, ironico e che strappa diverse risate. La protagonista e il suo migliore amico, per una volta non gay, sono travolgenti. Sebastiano è il vero “eroe”: sopporta e supporta la sua amica in ogni situazione, nonostante lei si impegni a invischiarsi in situazioni sempre più complicate. Lui non molla, le sta vicino, la riprende, la prende in giro, ma in fondo le tende sempre la mano per aiutarla.

Gli altri personaggi, di contorno, sono abbozzati e non potrebbe essere altrimenti.

L’unico neo per me è l’epilogo; avrei preferito non sapere come andava a finire e poterlo solo immaginare. Nel complesso una lettura molto scorrevole, divertente e piacevole.

Daniela

I commenti sono chiusi.