Nell’orizzonte degli eventi di David Valentini (Nulla Die Edizioni)

Nell’orizzonte degli eventi
Nell’orizzonte degli eventi di David Valentini (Nulla Die Edizioni)
 Valentini-OK-fronte
Titolo: Nell’orizzonte degli eventi
Autore: David Valentini
Editore: Nulla Die Edizioni
Genere: Romanzo psicologico
Pagine: 155
ISBN: 978-88- 6915-031- 9
Prezzo: 15 €
Descrizione:
Daniele Baldi, 22 anni, muore in un incidente stradale in piena notte. I genitori,
Federico e Barbara, vengono a saperlo dalla polizia; Sofia, la sorella, tramite
Facebook.
Lo stesso giorno Massimo si sveglia dopo una sbornia e trova un’ammaccatura sulla
sua auto. Al telegiornale scopre della morte di Daniele, e che l’incidente è avvenuto
proprio mentre lui si trovava sullo stesso punto del Raccordo e alla stessa ora.
La loro vita, semplice e senza grandi avvenimenti, viene sconvolta in un istante.
Perché proprio come un buco nero, la morte ha una forza d’attrazione schiacciante.
Recensione:
“Un orizzonte degli eventi è, nell’accezione più diffusa, un concetto collegato ai buchi neri, una previsione della relatività generale. È definita come la superficie limite oltre la quale nessun evento può influenzare un osservatore esterno”
Ho dovuto consultare Wikipedia perché ammetto che non lo sapevo.
Ma le conoscenze astronomiche non influenzano la piacevole lettura di questo romanzo.
La perdita di un congiunto è quanto di più doloroso possa accadere. Si ferma il tempo, lo spazio intorno, l’aria e la coscienza di sé. Tutto si blocca per il contraccolpo e nessuno sarà più lo stesso:
Sofia, che ha perso un fratello e si dispera perché non avrà più lui a difenderla da una madre invadente; il padre, Federico, che affronta il lutto in un modo tutto suo precipitando in un buco nero con la moglie Barbara che accusa e che lo accusa a sua volta per la morte del figlio e per l’indifferenza (apparente) dimostrata. C’è la relatrice di Daniele Baldi, che lo aspetta al colloquio per la tesi, la fidanzata che ignora le lettere scritte alla ex, e infine c’è lui: il colpevole divorato dai rimorsi.
Questo thriller psicologico scandaglia la domanda fondamentale della morte che tutti ci siamo posti: come sarebbe se… e noi siamo quel se, per una volta siamo noi a guardare chi resta e vedere come soffre. Da spettatori, indifferenti, perché la vita e il dolore degli altri che un tempo abbiamo amato non ci tocca più. Paradossalmente vittima e carnefice (chi muore, chi uccide davvero e chi pensa di averlo fatto) si ritroveranno più vicini di quanto credano.
Biografia:
DAVID VALENTINI è nato a Roma nel 1987.
Dopo una laurea magistrale in filosofia,
lavora come scrittore, redattore e traduttore.
Scrive poesie e romanzi.
Anita
Precedente GREAT NEWS! Harry Potter will be back! Successivo In casa d'altri, di Francesco Montonati