Tralci della stessa vite di Gloria Pigino Verdi

Tralci della stessa vite di Gloria Pigino Verdi

51UtyeAoWnL._SX373_BO1,204,203,200_

 

Descrizione:

Tralci della stessa vite di Gloria Pigino Verdi

Così come scorre veloce la linfa in un tralcio di vite nella stagione più calda, così scorrono ed evolvono forti, vorticosi ed intrecciati i sentimenti in questo romanzo che avvolge il lettore e lo fa scivolare in un viaggio in uno degli scenari italiani più belli: le Langhe con i suoi vigneti, i prodotti delle sue colline, i borghi ed i suoi personaggi che ne costituiscono essi stessi la vera essenza.

I passi della protagonista Matilde, di Edoardo e di tutti gli altri personaggi, intrecciati come i rami di una vite, si mescolano ai loro ricordi e si fanno via via più rapidi ed incalzanti insieme ai battiti dei loro cuori fino al sorprendente finale, dove affiora dal passato uno sconvolgente segreto.

 

Recensione:

In questo primo romanzo delle avventure di Matilde, Gloria Pigino Verdi ci trasporta in un mondo dal tempo sospeso fra i vitigni delle langhe dove i sentimenti si amplificano e le emozioni affiorano spontanee. Non si può fermare l’amore, ci insegna Matilde, nonostante il tutto. Il tempo e la distanza svaniscono davanti a quegli occhi mai dimenticati. Fra botti di vino, calici e cantine, soffriamo per il tradimento che ha subito, ripercorriamo l’infanzia attraverso i suoi giorni a casa della nonna, ricordiamo l’emozione per il primo amore e il conforto delle lacrime fra amiche.

Matilde ci porta per mano, narrando in prima persona, nel mondo in cui è cresciuta, perché dopo la brutta scoperta di un tradimento, soltanto da lì può riscoprirsi e ricominciare. E sembra riuscire a trovare la serenità tanto cercata, in un primo momento.

Ma il destino è in agguato, pronto a rimettere tutto in gioco, anche quando sembra che sia stato già scritto. Il romanzo di Gloria Pigino Verdi è un susseguirsi di colpi di scena, a volte piacevoli, altre volte meno, perché è come la vita fatto di belle notizie e brutte scoperte.

Non si tratta di una storia autoconclusiva, anzi, è ancora tutto da scoprire, nel secondo romanzo della serie dal titolo “Un’annata straordinaria”.

Un fidanzato milionario, un castello e il ritorno a quei luoghi che l’hanno vista diventare donna, sarà in grado Matilde di fare la scelta giusta?

Precedente 22/11/63, di Stephen King Successivo Mille Splendidi Soli di Kalehd Hosseni