“Fai tutto bene” di Marta Pagnini con Ilaria Brugnotti (Baldini+Castoldi) #Auroralegge

Fai tutto bene di Marta Pagnini e Ilaria Brugnotti

Fai tutto bene

Marta Pagnini e Ilaria Brugnotti

Baldini e Castoldi

Mi sono approcciata a questo libro attratta dalla sua autrice, Marta Pagnini, grandissima ginnasta italiana, capitano della squadra italiana di ritmica, le Farfalle, dal 2012 al 2016.

La tenacia che accompagna le sue esibizioni traspare dallo sguardo fiero e dritto da leonessa, da tigre, che gli strass dei body principeschi non possono nascondere. E questo è, infatti, il libro di una campionessa che non vuole fingere di non avere debolezze, perché le gambe tremano sempre prima di entrare in pedana. Confessa anche qualche segreto, perché i campioni olimpici sono persone normali nella loro quotidianità e questo deve incoraggiare tutti gli sportivi che ogni giorno passano ore e ore in palestra per raggiungere un traguardo o un podio che non è detto arriverà mai. Ci vogliono determinazione, coraggio e concentrazione.

Questo è anche il racconto di un’amicizia, di relazioni indissolubili che si creano all’interno di una squadra. Le compagne di allenamento, le compagne di sfida. CI sono Alessia, Emanuela, ragazze giovani e convinte, con lo sguardo puntato all’obiettivo. Trascorrono in palestra anche otto ore al giorno, sacrificando spesso gli affetti, i divertimenti le cose della loro età. Non c’è tempo per i selfie, per le passeggiate in centro, per i trucchi e le feste in discoteca, ma si allenano per la soddisfazione di una medaglia, che le ripagherà e le renderà l’orgoglio della nostra nazione.

Sei la peggiore, non ti meriti di stare qui, mi ripetevano. Ogni giorno

Marta ci racconta con umiltà anche delle sconfitte, perché è da quelle che si traggono i maggiori insegnamenti. Perse la sua prima gara, che riteneva di aver eseguito alla perfezione e questa delusione è dopo tanti anni ancora impressa nella sua mente. Perché non ha mai pensato di essere talentuosa, anzi credeva di non essere portata per lo sport, ma con la “testa”.

E i risultati, alla fine, arrivano.

Nulla è facile anche per noi che, magari, abbiamo vinto tanto. Io mi do la possibilità di provare, anche sbagliando. E questo per me significa solo una cosa: libertà!

Questo è un libro che incoraggia non soltanto le ginnaste della ritmica, che si possono riconoscere nelle descrizioni della quotidianità di Marta, ma tutti gli sportivi che sono sul punto di mollare per le pressioni, le troppe fatiche, le delusioni. Soltanto chi ha le spalle larghe riesce ad arrivare.

Fai tutto bene di Marta Pagnini e Ilaria Brugnotti

 

 

Precedente Conosci te stesso - Dalai Lama (Mondadori) da scrivere Successivo L'alba è un massacro, signor Krak - di Thomas Tsalapatis (XY.it)

Lascia un commento

*