Il sigillo delle cento chiavi – Daniela Tresconi (Panesi)

Il Sigillo delle Cento Chiavi

Daniela Tresconi

Panesi Edizioni

Liguria, anno domini 1584. 

Golfo di La Spezia e Lerici, terra spigolosa, aguzza di rocce che danno a picco sul mare, forte e caparbia come la gente che la abita, come le sette famiglie superstiti dell’antico Borgo che:

“Abbandonato il paese di Cento Chiavi alla Marina, ormai distrutto dalle fiamme, avevano lavorato duramente per fondare un nuovo borgo lungo quel piccolo sentiero che dal mare raggiungeva la collina di Pitelli: questo era il nome che avevano scelto per il luogo che sarebbe diventato la loro nuova casa. Un agglomerato di piccole costruzioni su una strada di passaggio. Anonimo”.

Nel corso del XVI° secolo il Borgo di Cento Chiavi alla Marina venne effettivamente distrutto da un furioso incendio. I superstiti, abbandonato il paese annientato, mai più vi fecero ritorno. Da questa verità storica, ancora circondata da un alone di mistero, ecco scaturire una narrazione avvincente tra storia ed invenzione, tra passato e presente.

Due urne celano un segreto pericoloso che deve a tutti i costi essere protetto.

A Sebastiano, giovane monaco poco più che fanciullo, viene affidato l’incarico di portare la prima urna a Francoforte, lui la cui nascita costituisce un mistero nel mistero e nello stesso tempo è una delle chiavi del segreto. 

La seconda teca è custodita dai superstiti del borgo di Pitelli che la nascondono agli occhi del mondo intero in un sotterraneo inaccessibile. 

Quale mistero si cela nelle urne? Perché proteggerle a costo di vite umane e silenzio gelosamente custodito dagli iniziati della Confraternita delle Cento Chiavi riconoscibili dal marchio impresso a fuoco loro nelle carni?

Dal passato remoto al presente odierno, dal giovane monaco Sebastiano di epoca rinascimentale, al giovane tedesco Sebastien studioso d’arte, affascinante e curioso. Un filo li unisce, ed è lo stesso filo che seguiamo noi alla ricerca di un segreto perduto, in un viaggio che porta il giovane studioso Sebastien del 2018 alla scoperta delle sue origini.

Il Sigillo delle Cento Chiavi è una lettura godibile, scorre in una narrazione piacevole dove passato e presente si incrociano, si intersecano alla ricerca della verità sepolta nel tempo, ma ancora in grado di sconvolgere il mondo, così come era già successo ai monaci e gli abitanti dell’antico Borgo dato alle fiamme 500 anni prima.

“Un agglomerato di case lungo una strada. Cosa può mai nascondere un paese così? A chi potrebbe venire in mente che nelle viscere della collina sia celato un tale segreto?”. Questo era il pensiero di Sebastian appena arrivò a Pitelli”.

Tutto ricomincia dove era iniziato, in quella manciata di case addossate l’una all’altra lungo una strada come tante, una macchia di colore che intervalla il verde delle colline e presto sparisce dietro una curva.

Tra rovine del passato e memorie perdute, Sebastian nel terzo millennio ripercorre il mistero del monaco suo omonimo ed antenato vissuto nel XVI° secolo. E noi con lui. Li, in terra di Liguria, dove riposa indisturbato il Segreto del Sigillo delle Cento Chiavi. 

Matilde Fossati

Ringraziamo l’autrice per la copia digitale

Precedente La neve cadeva in estate - Nadia Levato (Montag) Successivo La città delle streghe - di Luca Buggio (La Corte)