Storia funambola di Chiara Ingrao (Edizioni Corsare)

Ho un figlio di tre anni e sto cominciando a interessarmi alle storie per i più piccini, perché è già ora di leggergli qualcosa anziché farlo rimanere davanti al televisore dove spesso gli capita di vedere combattimenti di ogni tipo.

Storia funambola’ è una bella fiaba che si legge in poco tempo e c’è di tutto: un’ambientazione varia, animali più o meno feroci, briganti, pirati ecc…, ma non c’è neanche un briciolo di violenza perché anche i cattivi diventano buoni, basta trovare il giusto compromesso. Inoltre a catturare l’attenzione dei bambini, ma non solo, ci sono anche delle bellissime illustrazioni.

“Ma sono davvero io che faccio parlare e muovere i miei giocattoli, o è la loro magia che fa muovere me?” pensa Stella, una bambina a cui piace l’avventura e vuole diventare una funambola, quando si ritrova nel mondo creato da lei insieme ai suoi pupazzi e peluche che hanno preso vita.

“I sogni sono pensieri timidi” le aveva spiegato la zia Eva. “È per restare nascosti che spuntano in testa solo di notte.” Però Stella, quando capisce che si è rimpicciolita, riflette: “Ma un sogno così, che arriva di giorno a occhi aperti, che accidenti è? Un pensiero impertinente?” E da lì comincia l’avventura che alla fine le farà anche capire che non dovrà mai più trascurare i vecchi giocattoli.

Ivan Collura

Ringraziamo la casa editrice per la copia digitale

Precedente Paura verticale - di Linwood Barclay (Nutrimenti) Successivo Il disagio della sera - di Marieke Lucas Rijneveld (Nutrimenti)