Sorprendimi!- di Sophie Kinsella

Sorprendimi!

di Sophie Kinsella

Mondadori

dal sito dell’editore

Dan e Sylvie stanno insieme da dieci anni. Matrimonio felice, due splendide gemelle, una bella casa, una vita serena. Sono talmente in sintonia che quando uno dei due inizia a parlare l’altro finisce la frase… è come se si leggessero nel pensiero. Un giorno però, dopo una visita medica di routine, scoprono di essere così in forma che la loro aspettativa di vita è di altri sessantotto anni. Ancora sessantotto anni insieme? Dan e Sylvie sono sconcertati. Non pensavano certo che «finché morte non ci separi» significasse stare insieme così a lungo! Dopo l’iniziale stupore, si instaura tra i due un certo disagio, seguito a ruota dal panico più totale. Decidono dunque di farsi delle “sorprese” per ravvivare fin da subito il loro matrimonio “infinito”, per non stufarsi mai l’uno dell’altra… Ma si sa bene che non sempre le sorprese portano al risultato sperato… e in un batter d’occhio sorgono contrattempi poco graditi e malintesi che rischiano di minare le fondamenta della loro unione. E quando cominciano a emergere alcune verità taciute, Dan e Sylvie iniziano a domandarsi se dopo tutto… si conoscono davvero così bene. Qual è la ricetta per un matrimonio felice e longevo? Quale sfida comporta un’unione profonda tra due persone?

Recensione

Come reagireste voi se vi dicessero che passerete altri 68 anni con vostro marito?

Forse non ci credereste o forse ne sareste felici. Di sicuro, se foste in un romanzo della Kinsella, inneschereste una reazione a catena dagli esiti imprevedibili. Anche se alla fine con la Kinsella il lieto fine, per fortuna, è una certezza! 😁

Sylvie cerca di mettere un po’ di pepe nel suo matrimonio, perché per quanto ami suo marito, non può pensare di passare così il resto dei suoi giorni. Non hanno quasi bisogno di parlare: basta una parola, uno sguardo, neanche quello a volte, già sanno che cosa vuol dire l’altro, che cosa pensa, che cosa ordinerà a pranzo. Sylvie pensa che conoscere così bene suo marito sia un bene.

E allora dà inizio all’operazione Sorprendimi: dovranno farsi delle sorprese, senza essere prevedibili. Solo che si innesca una serie di fraintendimenti, di assurdità e alla fine… il matrimonio entra in crisi.

In tutto questo non va bene nemmeno al lavoro: il museo per cui lavoro, condotto con stile antico e antiquato dalla dolce signora Kendrick, rischia di chiudere se non trovano fondi in pochi tempo.

Come sempre la Kinsella si legge in pochissimo tempo: divertente e leggera, anche questa volta affronta temi che ci toccano da vicino (vi ricordate Dov’è finita Audrey?). La fiducia, l’amore, il matrimonio, ma soprattutto la capacità di vedere l’altro per quello che è e di accettarlo. Di scoprire ogni giorno qualcosa di nuovo; la capacità di farsi sorprendere dalla quotidianità.

E quando ti accorgi che ogni giorno, ogni gesto è diverso, pur essendo lo stesso e prevedibile, pensi anche che sessantotto anni non siano molti, e che la vita va assaporata ogni secondo con le persone che si amano.

Da mamma ho amato molto i passaggi in cui Sylvie decide di lasciare che le figlie esprimano la propria personalità a modo loro. A 5 anni possono permettersi di vestirsi come vogliono, avranno tutta la vita per adattarsi alle convenzioni e regole sociali.

Daniela

Precedente Il tesoro di Tupac Amaru - di Gabriele Poli Successivo Il canto del ghiaccio - di Camillo Bignotti (Macchione editore)